• Marco Comendulli

La funzione braketing


Adatto a: fotografi amatoriali e professionisti

Introduzione

Il bracketing è una funzione presente, oggi, nelle fotocamere digitali mirrorless e reflex di fascia semi/professionale. Questa tecnica permette di ottenere fotografie con la medesima inquadratura, ma parametri differenti. Se l'automatismo della funzione è nato con la fotocamera digitale, le caratteristiche della tecnica risalgono ancora agli anni '70.

Chiamata in italiano, "scatto a forcella" risponde all'esigenza dei fotografi amatoriali e professionali di avere tre fotografie simili prevenendo possibili eventuali errori nello scatto singolo definitivo.

Nelle moderne fotocamere questa funzione, quando attivatà dal menu della macchina, permette di realizzare, con un solo scatto del pulsante, un numero variabile di immagini, differenziate da alcuni parametri. Essenzialmente sono 5 i parametri che vengono proposti:

- Bracketing espositivo

- Bracketing flash

- Bracketing ISO

- Bracketing (DLight o Light Optimizer)

- Bracketing bilanciamento bianco

Il bracketing espositivo

Permette di realizzare varie immagini simili che si differenziano per la diversa esposizione. Si avrà quindi una immagine correttamente esposte e varie sottoesposte/sovraesposte. Il numero di foto è scelto dal fotografo fra quelli disponibili in base al valore di stop scelto come differenza fra le varie foto. (da qui il nome forcella). E' il bracketing più usato anche per preparare le fotografie per la tecnica HDR. E' quello che permette la maggior personalizzazione dei parametri (in base al modello di fotocamera). Puà lavorare scattando prima quella correttamente esposta e poi quelle sotto/sovraesposte oppure solo sovraesposte o contrario. Permette di scegliere vari valori di esposizione (minimo 1/3 stop) e il numero di scatti (massimo 9 o 11).

Attenzione alle batterie quando programmate numerose foto! Sono funzioni che sconsiglio di utilizzare quando la batteria segnala già il minimo della carica.

Il bracketing flash

Questa impostazione lavora con il flash incorporato nella fotocamera o uno connesso alla slitta della stessa, ma in modalità TTL. Permette di scattare 3 o 5 fotografie (a volte di più) con potenze differenti di flash. E' molto utilizzato perchè spesso non è semplice regolare la potenza di una luce esterna a spot come quella flash e la realizzazione di più immagini a luce variabile evita di realizzare fotografie pessime. Attenzione ai tempi che vanno calcolati considerando sia il valore massimo di sincronizzazione del flash (ovvero il tempo di scatto entro il quale il flash può operare) e anche il tempo di recupero della potenza del flash! Non è raro che le foto vengano sottoesposte eccessivamente in quanto il bracketing ha impostato lo scatto al flash che non era ancora pienamente ready!

Il bracketing ISO

Questa funzione realizza 3 o più fotografie (generalmente 3 o 5) variando i valori di ISO. Vengono quindi mantenuti uguali (in modalità M) l'apertura del diaframma e i tempi di scatto. E' ideale nelle situazioni in cui vi è un forte contrasto di luce o dove questa è bassa perchè evita che siano scattate immagini troppo scure o con troppa presenza di rumore di fondo.

Il bracketing (Dlight o Light optimizer)

Questa scelta realizza tre o più fotografie con un diverso valore dello specifico parametro. Il Dlight di Nikon come il Light Optimizer di Canon sono sistemi digitali per ottimizzare la fotografia non trattati in questo articolo. Tuttavia è bene sapere che questo tipo di bracketing realizza fotografie che incidono esclusivamente su questo parametro.

Il bracketing bilanciamento del bianco

Serve per ottenere 3 o 5 foto con diverso valore di bianco da utilizzare per la pre-determinazione del bilanciamento nei singoli casi specifici. - maggiori dettagli sono disponibili in un post-specifico.

Come impostare il bracketing?

L'unica soluzione per sapere come il produttore del vostro modello di fotocamera ha deciso di integrare questa funzione è leggere le specifiche nel manuale d'uso. Infatti sebbene le suddivisioni e scelte proposte in questo articolo siano le uniche disponibili, non è possibile determinare come esse siano adattate nel menù di in ogni fotocamera.

Bracketing o HDR?

l'HDR è una tecnica moderna per realizzare immagini ad alta definizione che, in una frase, conservano la luminosità evitando di bruciare le alte luci e recuperano le ombre mostrando i dettagli.

Per la sua realizzazione sono necessarie minimo 3 immagini con differente esposizione, ma parametri simili. Quindi è possibile utilizzare il bracketing per ottenere queste immagini iniziali, ma poi è necessario utilizzare programmi specifici per unire le fotografie secondo una tecnica specifica.

Il bracketing è invece usato nella sua funzione base nella street photo o in quelle occasioni dove diviene difficile calcolare all'instante tutti i parametri di luce e movimento. Con l'acquisizione immediata di 3-5 fotografie si aumenta la possibilità di non ottenere una foto sbagliata.

NB alcune osservazioni da considerare.

A) il focus stacking è una tecnica apparentemente che lavora come il bracketing, ma richiede un numero molto elevato di fotografie. Generalmente viene gestito manualmente e non ha un bottone specifico salvo per pochissimi modelli di fotocamere in commercio.

B) Vi è differenza fra la funzione di Bracketing e la modifica del valore espostivo EV durante lo scatto di una fotografia. Non consideratele la stessa cosa.

C) la tecnica del Bracketing si applica e permette i risultati migliori quando il soggetto non vi sono elementi in movimento fra uno scatto e l'altro. Altrimenti si avrebbero degli effetti "Ghost" difficili da rimuovere in post produzione. Esempio - se fotografo 3 immagini con 2 secondi ti tempo di esposizione mentre passano delle macchine davanti otterrei tre foto con effetti Ghost.


11 visualizzazioni