• Marco Comendulli

Chi è Garry Winogrand?


Garry Winogrand nacque a New York nel 1928 e morì nel 1984. Fu uno dei fotografi americani più celebri del suo tempo e grande protagonista della street photography degli anni Sessanta e Settanta. La sua passione per la fotografia iniziò quando si trovava al servizio militare e studiò poi pittura al City Collage di New York e fotografia presso la Columbia University. Successivamente frequentò un corso di foto giornalismo e così intraprese il suo lavoro come fotoreporter freelance.

Le sue fotografia ritraggono la vita dei cittadini di New York e di altre città. Ogni cittadino ritratto esprime i suoi atteggiamenti più naturali che lo caratterizzano e lo distinguono dagli altri. Winogrand fotografa in qualsiasi luogo ed in qualsiasi evento, siano questi politici, culturali, artistici e mondani, creando così una sorta di lettura riguardo alle abitudini e alla qualità di vita delle persone. Questo suo modo di ritrarre, di immortalare gli individui apparentemente distratti, casuali, in modo ironico, fu influenzato prevalentemente dalla fotografia sociale di Robert Frank e Walker Evans.

La sua tecnica si contraddistingue per l’utilizzo di obiettivi grandangolari poiché egli riteneva che tutti gli elementi che formavano parte dello spazio esterno al soggetto fossero di estrema importanza per capire meglio il contesto e comprendere in modo più profondo gli abitanti della città americana, rafforzando in questo modo il significato del soggetto ritratto.

La sua prima esposizione di grande importanza si tenne al MOMA di New York nel 1963. Vinse anche tre Gugghenheim Fellowship Awards e un National Endowment of the Arts Award.

Le sue raccolte più celebri sono: “The Animals” (1969), dove presenta una serie di immagini scattate allo zoo del Bronx e all'acquario di Coney Island, “Women are beautiful” (1975), nel quale realizza un omaggio alla bellezza femminile in luoghi e situazioni differenti, “Public relations” (1977), in cui dedicò la sua attenzione alla risonanza dei media sulle reazioni della gente, e “Fort Worth Fat Stock Show and Rodeo” (1980).

Per maggiori informazioni:


14 visualizzazioni