• Marco Comendulli

Fotografare le città


La fotografia di edifici cittadini o palazzi più o meno rinomati appartiene al genere fotografico chiamato "esplorazione urbana" che si differenzia dalla street photography. Se infatti quest'ultimo ha generalmente come protagonista diretto o indiretto l'uomo e il suo interagire nella comune realtà circostante, la fotografia urbana privilegia l'anima stessa della città con le sue vie caratteristiche e le sue atmosfere.

Purtroppo le città più sono grandi e ricche di palazzi storici e/o famosi e più diviene difficile trovarla priva di persone. E' quindi molto difficile riuscire a catturare una buona fotografia senza che vi siano folle di turisti nell'immagine oppure mezzi di trasporto di ogni tipo. In particolare nell'ora del pomeriggio verso la golden hour perchè spesso coincide anche con l'uscita dei lavoratori da ufficio e aziende.

Ecco quindi che per meglio catturare le fotografie della città consiglio di visitarla al mattino molto presto, circa un ora dopo l'alba. In questo modo si ha la possibilità di gustarsi un tour personale e sereno nelle zone migliori senza che siano ancora invase da persone.

Alternativa è anche all'ora di cena, attenzione alla scelta fra ISO elevati o tempi lunghi con treppiedi o monopiede (io prediligo questa scelta quando posso).

Talvolta ho sentito proposte di usare anche i tempi molto lunghi per "ellidere" i soggetti in movimento dall'immagine (ovviamente se questi sono abbastanza veloci), ma non la ritengo una scelta vincente, invece questa tecnica si dimostra una scelta artistica per lasciare effetti "ghost" a testimonianza di una città pulsante che vive.

Quindi se si ha in programma un viaggio in qualche città d'Italia o all'estero...programmare sveglia all'alba per godervi la città e fare ottime fotografie...


0 visualizzazioni