• Marco Comendulli

Il formato RAW e il DNG


Senza entrare in questo post a parlare delle peculiarità dle formato RAW e di perchè sia basilare scattare in RAW invece che in JPEG, desidero invece parlare più semplicemente di come viene gestito questo tipo di formato dai vari produttori.

Infatti se RAW , dall'inglese significa grezzo, "crudo", non lavorato, è comunque un formato generico. I vari produttori di fotocamere, rispettando comunque i requisiti imposti dalla modalità RAW, salvano le immagini con estensioni proprie dei file.

Per citare i più diffusi:

  • Nikon --> NEF . ( Nikon electronic format)

  • Canon --> CR2 (Canon Raw 2)

  • Sony --> ARW (Alpha RaW)

  • Fuji --> RAF (Raw Fuji)

  • Olympus --> ORF (Olympus Raw format)

Naturalmente i programmi di grafica più diffusi riconoscono nel file la caratteristiche di un RAW e quindi, li considerano e gestiscono come tali.

Tuttavia vi è un formato più portabile e generico creato da Adobe nel 2004, il formato DNG (Digital Negative) e pensato proprio con lo scopo di unificare i vari formati proprietari sotto un unico modello che fosse uguale e gestibile per tutti. Addirittura Leica lo usa come formato di memorizzazione in alcune sue fotocamere. Infatti anche se creato da Adobe è un formato "aperto, di pubblico dominio" (ma comunque protetto da brevetto)e, quindi, uno standard che alla sua nascita avrebbe dovuto avere la diffusione come il ".pdf".

Un file DNG è meno grande di un file RAW in quanto contiene:

  • i dati dell’immagine vera e propria

  • i metadati che descrivono la foto

  • un’anteprima incorporata

Le sue dimensioni possono essere più piccole dal 20 al 40% (realisticamente circa 5%-15%) rispetto ad un file RAW iniziale (le differenze dipendono dalle dimensioni della immagine di anteprima), ma è un processo a senso unico ovvero la conversione di un file da RAW a DNG non è invertibile salvo che si sia scelto di inglobare l'intero file RAW (cosa che a mio avviso avrebbe poco senso).

I vantaggi sono poi molti, dalla totale portabilità (non è mai certo che i formati proprietari restino tali nel tempo), alla completa conservazione della qualità dell'immagine fra RAW e DNG (c'è una versione lossy che comprime ulteriormente il formato e quindi si possono trovare della differenze) a varie ulteriori caratteristiche come la possibilità di proteggere il file da modifiche esterne (non ancora supportata da molti software). Tratteremo magari in un altro post specifico più approfonditamente il formato DNG.

Il motivo, a mio avviso, per cui si è ancora poco diffuso e pochi lo conosco è perchè la maggior parte degli utenti non sanno nemmeno quale sia il formato proprietario della propria fotocamera e per lo più scattano fotografie in Jpeg quale unico conosciuto. Non sanno dunque che la loro fotocamera, magari ha la possibilità di scattare foto senza perdita di qualità dell'immagine ne che il formato Jpeg sia compresso e anche lossless.

Per queste ragioni la diffusione del DNG non è ancora avvenuta in modo rapido come lo standard PDF. Speriamo che in un futuro prossimo gli utenti sviluppino più interesse per la qualità delle immagini che realizzano e inizino ad approfondire l'argomento.

Per ora, per chi vuole sapere tutto sullo standard DNG:

https://helpx.adobe.com/it/photoshop/digital-negative.html


119 visualizzazioni