• Marco Comendulli

Realizzare HDR


HDR è l'acronimo di High dynamic range, (ampia gamma dinamica) è la realizzazione di una fotografia dall'unione di altre foto (minimo 3) scattate con parametri espositivi diversi. Grazie a software specifici vengono mappati i toni delle fotografie e ottimizzati per dare un risultato straordinariamente realistico. Ovviamente questi programmi permettono il nostro intervento per modificare le ombre, le luci, la staturazione e altri parametri quindi il risultato è sempre soggettivo.

Entrando un po' più nello specifico e senza diventare troppo tecnici, vi domanderete ambia gamma dinamica dei toni che cosa significa? I nostri occhi in combinazione con il cervello hanno una capacità di adattarsi alle differenze tonalità di luce e di coglierne le sfumature che nessuna macchina fotografica riesce a repplicare. Pensate in una bella giornata di primavera di guardare un paesaggio in lontananza completamente illuminato dal sole e poi di guardare un edificio vicino a voi in ombra. I vostri occhi si adattano subito, ma una macchina fotografica richiederebbe modifiche espositive per adattarla alla minor luce. Qundi con ampia gamma dinamica si intende la realizzazione di fotografie identiche come composizione, ma con esposizioni di luce differenti (minimo una normale, una sottoesposta e una sovraesposta). La loro unione in un unica foto è quindi ciò che rende la nostra foto più vicina possibile a quanto percepito dall'occhio umano perchè proprio nata da un ampio campione di diverse tonalità di luce.

Oggi giorno queste fotografie sembrano "artefatte" rispetto a quelle che siamo abituati a vedere, ma in realtà se fatte con una giusta competenza sono più vicine alla percezione del reale di quanto lo sia una semplice foto e sicuramente danno un risultato visivo che nessuna singola foto riuscirà mai a trasmettere.

Purtroppo poichè la loro realizzazione richiede comunque scelte soggettive capita che assistiamo ad esasperazioni di questa tecnica tali da stravolgere l'obbiettivo che l'HDR si prefigge ovvero di darci una foto più simile a quanto realmente percepiscono i nsotri occhi.

Inoltre non tutti i soggetti sono "adatti" alla realizzazione di una fotografia HDR. Paesaggi, edifici interni o esterni, persone in posa, sono i soggetti più adatti. Sicuramente non è possibile realizzare HDR in soggetti in movimento, in fotografie con tempi molto lunghi dove possono esserci cambiamenti (le nuvole in un cielo), in soggetti dove i colori sono molto saturi (una macro).

Realizzare HDR significa conoscere la tecnica e il software che la realizza. A questo proposito vi consiglio due programmi che utilizzo in base alle circostanza e che sono molto validi:

Photomatix Pro http://www.hdrsoft.com/download.html

Aurora (solo Mac) http://aurorahdr.com/

Infine un libro che spiega molto bene come creare HDR usando Photomatix e che ho trovato molto utile è: "Conoscere le tecniche dell'HDR" di Giuseppe Moscato edito da Pearson.


5 visualizzazioni